Emilia Romagna,  Lezioni di Arte

Alla scoperta di una Rimini insolita

Se pensiamo a Rimini, la nostra mente va subito alle spiagge, agli ombrelloni e alla vita notturna ma oggi vogliamo portarvi alla scoperta di una Rimini un po’ diversa e insolita. Sì, perchè a pochi minuti dal centro potrete imbattervi in un borgo coloratissimo e piacevole da visitare.

Superato il Ponte Tiberio, a cui dovete dare un occhio, recatevi subito in via San Giuliano, strada di accesso al meraviglioso Borgo San Giuliano.

La storia di Borgo San Giuliano

Si tratta di un borgo di pescatori che ha raggiunto il massimo splendore, esplodendo letteralmente di disegni e murales, in occasione dell’edizione della Festa del Borgo dedicata al maestro Fellini nel 1980.

La Festa de Borg si svolge ogni 2 anni nel primo fine settimana di settembre e risale al 1979. Tutta la collettività e le attività commerciali sono coinvolti nell’organizzazione e le piazzette si animano con spettacoli di teatro, artisti di strada, musica e cibo. Ormai una tappa imperdibile durante una visita alla città di Rimini.

Borgo pieno di murales

Non appena entrerete nel borgo, vi renderete conto di quanto è carino: casette colorate in toni pastello e tantissimi disegni e murales. Ad ogni angolo scoprirete delle piazzette deliziose e ricche di dettagli. Non so quante foto abbiamo fatto!

Non perdetevi tutti i riferimenti collegati a Fellini e soprattutto Scureza, dal film Amarcord, sulla sua moto che corre a tutta velocità.

Alla scoperta di una Rimini insolita

Altra chicca da non perdere è il muro dei soprannomi. Si tratta dell’unica opera di Tonino Guerra per la città di Rimini e che rappresenta i soprannomi usati un tempo dagli abitanti del borgo, su delle graziosissime mattonelle in ceramica.

Non meno importanti sono tutte le maioliche in ceramica sui muri delle case realizzate dal pittore Maroncelli e dedicate ad alcuni abitanti del borgo e ai loro antichi mestieri.

Pit stop cibo

Per la vostra sosta cibo vi segnaliamo 2 posticini da non perdere: una super piada da NudEcrud e un pranzo o cena nell’osteria di mare Retroborgo.

La prossima volta che verrete da queste parti, non andrete alla scoperta di una Rimini insolita?

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *