Italia,  Veneto

Cosa vedere a Padova in due giorni

In occasione di una promozione Trenitalia, abbiamo trascorso due giorni a Padova che ancora non conoscevamo ed in questo articolo vi diremo cosa vedere e cosa non perdere. Partiamo subito col dire che questa città è stata una vera e propria sorpresa: il motivo principale era la visita all’Orto Botanico ma poi abbiamo scovato tantissimi posticini assolutamente imperdibili.

E partiamo subito da questi..

Padova insolita

La colonna scomparsa in Piazza delle Erbe

La leggenda narra che sia stata rubata una notte dai Vicentini, forse per uno scherzo, forse per semplicissime esigenze di spostamento delle merci. Fatto sta che è una cosa davvero curiosa!

Cosa vedere a Padova in due giorni

Le incisioni sul Palazzo della Ragione

Sul muro perimetrale di Palazzo della Ragioni ci sono delle incisioni particolari: indicano le forme e le misure dei beni che venivano più frequentemente scambiati durante i mercati. In questo modo nessuno poteva rifilare per esempio mattoni troppo piccoli, spacciandoli per la misura corretta! Quindi niente MERCANTI BUGIARDI

Casa Galileo Galilei

In via Galileo Galilei c’è nientepopodimeno che la casa in cui Galileo Galiei dimorò durante la sua permanenza a Padova.

Padova in due giorni

Cappella degli Scrovegni

Un capolavoro dell’arte, affrescata da Giotto tra il 1302 e il 1305, i suoi meravigliosi interni rappresentano pitture dedicate al Vecchio e Nuovo Testamento (come ad esempio il Giudizio Universale che occupa un’intera facciata).

Ingresso: intero 14

Palazzo Bo

Si tratta della storica sede dell’Università degli Studi di Padova ed è sede del Teatro Anatomico più antico del mondo. Ci ha ricordato tantissimo l’Archiginnasio di Bologna: stupendi gli stemmi, le scale tutte dipinte al Cortile Nuovo e le sale meravigliose.

Per visitare la Sala dei Giganti è richiesto un contributo di 8 euro, per i bambini fino ai 12 anni di 5 ed una prenotazione anticipata del posto.

Da non perdere la Sala dei Quaranta, il cui nome deriva dai 40 ritratti che decorano le pareti e la cattedra in legno costruita dagli studenti per permettere a Galileo Galilei di insegnare nell’Aula Magna. La visita guidata dura circa 1 ora e costa 7 euro. Imperdibile!

Palazzo della Ragione

Si tratta dell’antica sede dei tribunali cittadini di Padova. Le sale davvero immense furono affrescate da Giotto anche se furono distrutti dall’incendio del 1420. Nel Salone sono conservati la pietra del Vituperio, su cui i debitori erano obbligati a battere per tre volte le natiche ed il grande cavallo ligneo, realizzato da Annibale Capodilista. Per i suoi affreschi nel 2021 è stato inserito nella lista del Patrimonio Mondiale UNESCO.

Cosa vedere a Padova in due giorni

Ingresso: intero 8 euro, ridotto 6 euro

Orto Botanico

Una cosa che non potete non vedere a Padova in due giorni è proprio l’Orto Botanico: vedere per credere!

Padova Gratis

Museo Scienze Archeologiche e d’Arte

Reperti archeologici, calchi di sculture e rilievi greci e romani ma anche i racconti delle storie dei collezionisti e degli studiosi che li ritrovarono.

Sabato e domenica questo museo è gratis (perlomeno quando lo abbiamo visitato noi nel giugno 2023)

Street Art e dove trovarla (articolo work in progress..)

Cosa vedere a Padova in due giorni

Roseto Santa Giustina

A pochi passi da Prato della Valle, c’è questo Roseto completamente gratuito che racchiude una quantità enorme di piante di rose.

Piazza delle Erbe, Piazza dei frutti, Piazza dei Signori

Piazza delle Erbe era anticamente sede dei festeggiamenti del popolo e qui sorge il Palazzo delle Debite. Piazza dei Frutti, un tempo chiamata “del Peronio”, fu anch’essa il centro del commercio cittadino. PIazza dei Signori è caratterizzata dalla presenza imponente della Torre dell’Orologio e dal Colonnato della Loggia della Gran Guardia. Tutte e 3 imperdibili e una adiacente all’altra.

Basilica di Sant’Antonio

Probabilmente è la primissima cosa che viene in mente di vedere a Padova in due giorni.

Dal 2021 è Patrimonio UNESCO e custodisce la tomba e le reliquie del Santo, che dà il soprannome alla città di Padova ovvero la Città del Santo. Costruita tra il 1232 e il 1310, all’interno custodisce tesori di arte sacra, affreschi come quelli di Giotto nella Cappella delle Benedizioni o della Madonna Mora ma anche singolarità (assurde mi permetterei di dire, sono rimasta un po shockata!) come la lingua del Santo custodita nella cosiddetta Cappella delle Reliquie.

Oltre alla Basilica si possono visitare anche i chiostri che la circondano, uno più bello dell’altro. In uno di questi c’è una magnolia conosciuta come la Magnolia di Sant’Antonio, piantata qui nel 1810.

Prato della Valle

Una grande piazza ellittica che oltre ad essere la maggiore piazza padovana è una delle più grandi d’Europa. Stupendo passeggiare qui..

Cosa vedere a Padova in due giorni

Dove mangiare

C’è un posto dove siamo tornati ( e per noi è molto strano visto che ci piace variare) ed è un bistrò che si chiama All’ombra della Piazza in Via Pietro D’Abano 16: si trova nella zona più centrale di Padova, è anche enoteca e offre una varietà gustosissima di cicchetti. Uno più buono dell’altro ed il personale è giovane e simpatico. Super consigliato!

Altri posticini che vi consigliamo sono sicuramente Ristorante Vecchia Padova, dove troverete piatti tipici e Ristorante La Sciabola.

Bè, direi che ci sono tantissimi motivi per visitarla no? Fateci sapere se avete scoperto qualcos’altro di insolito!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *