Alberi monumentali,  Tree Hunters

Un gigante nel giardino da fiaba

Voi vi chiederete…cosa ci fa una enorme Thuya Plicata in Portogallo?

gigante ne giardino del re

Eh sì perche la Thuya Plicata o Cedro Rosso è un albero della famiglia delle Cupressacee che cresce nelle foreste del Nord America Occidentale, quindi per scoprire come mai questo “gigante” fu piantato nel meraviglioso giardino da fiaba del Parco de Pena a Sintra (Portogallo), bisogna fare un passo indietro nel tempo.

Nel 1800 D. Fernando II decise di progettare e costruire un parco destinato a circondare il fiabesco Palazzo de Pena.

gigante nel giardino da fiaba

Il progetto snobbava la rigidità dei classici giardini europei e, assecondando le romantiche visioni e le fantasticherie architettoniche, si ispirava a paesaggi lontani, immaginari ed insoliti, ricreando una natura quasi perfetta.

Da qui l’idea di incorporare piante da tutto il mondo tra cui la Thuya Plicata o cedro rosso dalle dimensioni straordinarie che svetta in un bosco ombreggiato donando un’atmosfera esotica e primordiale: ecco perchè la vogliamo soprannominare la “gigante nel giardino da fiaba”.

La nostra Thuya  è alta circa 35 metri ed ha un diametro di 1,75 mt., per noi altissima, enorme, ma è ancora nel pieno della sua giovinezza.. può ancora crescere, ha solo circa 170 anni di età..

Il cedro rosso raggiungere i 65-70 mt di altezza e il diametro del tronco può arrivare a notevoli dimensioni ; ha una vita molto lunga (il più vecchio censito ha circa 1460 anni). La chioma è formata da rami appiattiti coperti da foglie a forme di scaglie. I rami e le foglie sono fortemente aromatici, produce pigne sottili lunghe 10-18 mm, larghe 45 mm di colore giallo-verde e marrone d’autunno.

Nonostante sia una pianta esotica si armonizza benissimo nel parco naturale del Palazzo de Pena donandogli una verticalità inaspettata.

gigante nel giardino da fiaba

Guardate la differenza…io sono quello vestito di bianco 😉

“sii come il cedro che profuma anche l’ascia che lo abbatte”

proverbio indiano

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *