Non solo viaggi

Info utili per un viaggio a bordo del Trenino Rosso del Bernina

Grazie alla nostra esperienza a bordo del Trenino Rosso del Bernina, possiamo darvi delle info utili per organizzare al meglio il vostro viaggio.

Il Trenino Rosso del Bernina è il treno espresso più lento d’Europa e la sua tratta, che comprende ben 21 fermate intermedie, è Patrimonio dell’Unesco. Inizia la sua corsa da Tirano per concluderla nella lussuosa Saint Moritz, inerpicandosi fino a più di 2200 metri di altezza. Se non si effettuano le fermate intermedie, il viaggio dura circa 2 ore 30 minuti.

Info utili per un viaggio a bordo del Ternino Rosso del Bernina

A noi è stato regalato il biglietto per una gita organizzata che è durata un giorno: pullman da Milano con arrivo a Tirano, visita e pranzo a Tirano, tragitto col Trenino e visita di Saint Moritz per poi riprendere il pullman per Milano. Consigliamo almeno un week end per apprezzare di più i luoghi e per fare almeno un’altra fermata del Trenino. Ci sono davvero tantissime esperienze e luoghi da ammirare. Ma andiamo per gradi..

Acquisto biglietti

Sul sito del Trenino Rosso Bernina potete comodamente acquistare il biglietto inserendo la data dell’andata e del ritorno e scegliendo se viaggiare con carrozze di linea o con quelle panoramiche. Le differenze principali sono la flessibilità oraria del primo, con la libertà di organizzare soste intermedie ma il posto a sedere non è prenotabile; nella seconda ci sono vetrate ampie per godersi al meglio il panorama ma i posti sono limitati ed è ideale per un viaggio no stop.

Percorso Trenino del Bernina

Come già accennato in precedenza, la tratta inizia a Tirano, un caratteristico paesino della Valtellina, continuando oltre il Passo Bernina, 2253 metri sopra il livello del mare, per terminare poi a St. Moritz. Lungo il tragitto ci saranno strapiombi, ghiacciai da ammirare, laghi (anche ghiacciati) e gallerie scavate nella montagna.

Tirano

Tirano è l’unica stazione italiana della ferrovia Retica ed è nominata città del vino per i suoi innumerevoli vigneti che la caratterizzano e che sono diventati Patrimonio dell’Unesco nel 2018. Non potete venire qui senza assaggiare lo Sforzato e i famosissimi pizzoccheri, che noi ovviamente non ci siamo fatti scappare!

Info utili per un viaggio a bordo del Ternino Rosso del Bernina

Oltre a questo,Tirano ci ha colpiti per il Santuario della Madonna di Tirano, dichiarata principale e celeste Patrona di tutta la Valtellina da Papa Pio XII, una chiesa molto piccola che al suo interno contiene un organo seicentesco da ben 2200 canne: immenso!

Altro punto di interesse è sicuramente la Basilica della Madonna di Tirano che è il terzo monumento religioso più importante della Lombardia, dopo il duomo di Milano e la certosa di Pavia.

Ospizio Bernina

Ospizio Bernina è il punto più alto che il Trenino raggiunge, a 2253 metri sopra il livello del mare. Ci sarà un avvicendarsi di laghi: il lago Bianco, il Nero e il Piccolo…. ne rimarrete estasiati.

Saint Moritz

Questo è il punto finale del tragitto del Trenino Rosso e vale la pena visitarlo. Grazie a delle comodissime scale mobili all’interno del parcheggio della stazione arriverete subito in centro. St. Moritz è sicuramente nota per il suo charme, ve ne accorgerete passeggiando tra le boutique costose del centro, gli edifici lussuosi e la famosa pasticceria Hanselman dove è d’obbligo fermarsi.

Un’altra chicca di St Moritz è sicuramente il Lago che risalterà subito agli occhi appena scesi dal Trenino. Si può arrivare al Lago attraverso un sottopasso e passeggiare lungo il sentiero pedonale che occuperà circa 1 ora e 15 minuti del vostro tempo.

Ci sono altre interessantissime fermate da poter fare e vi lasciamo il sito per farvi un’idea. Nel frattempo speriamo che le nostre info siano state utili per organizzare un viaggio a bordo di questo straordinario Trenino rosso del Bernina e vi innamoriate come noi di questi paesaggi splendidi!

2 commenti

  • Travel365

    Questo percorso del Trenino Rosso è così emozionante… mi fa pensare alle canzoni nostalgiche di Battiato, come i Treni di Tozeur 🙂
    Grazie per aver condiviso questa esperienza, felice di avervi trovato nel Best Travel Post di Dicembre 2020 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *