Asia,  Thailandia

Meta insolita della Thailandia: Koh Samet

Koh Samet è effettivamente una meta insolita e poco battuta della Thailandia. Sicuramente non l’avrà sentita nominare quasi nessuno ma a noi è piaciuta proprio per questo: frequentata dai locali, grossa solo 13 km quadrati, tutta da visitare e collocata in un Parco Nazionale istituito nel 1981. PERFETTA!

E’ partito tutto da una chiacchierata in sala mensa tra me, affascinata da sempre dalla Thailandia, e Ale, che voleva levare le tende da Milano per un po’. In un batter d’occhio prenotiamo e il 23 ottobre 2017 atterriamo all’ aeroporto di Suvarnabhumi a Bangkok. Dopo 12 ore di volo ci aspettano un taxi fino a Ekkamai, un bus di 3 ore e mezza e un traghetto dal molo di Ban Phe (bus+traghetto 502 B, 14 euro) per arrivare all’ isola di Koh Samet.

Alloggiamo al Samed Cliff Resort, a due passi dalla spiaggia, con piscina annessa e personale davvero molto gentile. Ci rechiamo al molo dove compro un sacco di cibo spazzatura thai che a me piace tanto. La sera andiamo completamente a caso (a piedi) in un piccolo ristorantino sulla spiaggia che si rivela la cosa più bella e che sogno ancora oggi di poter riprovare. Sul tavolo ci poggiano una specie di pentola con dell’acqua all’ interno e una piccola griglia in cima: abbiamo a disposizione un buffet di carne e pesce crudo da poter cucinare direttamente lì. Immaginate quanto abbiamo mangiato! Pesce grigliato e  noodles cotti nell’ acqua, il tutto accompagnato da verdura, frutta, preziose salsine thai agrodolci e piccanti. E se la prima sera è cosi, cominciamo benissimo! Costo solo 668 B ovvero 18,50 euro in due!

Come dicevo, l’isola essendo cosi piccola si può visitare tranquillamente tutta; quindi noleggiamo lo scooter. Una parte di Koh samet  è adibita a Parco nazionale quindi si paga l’ingresso (400 B, 11 euro)  così scopriamo nuove spiagge e  chioschetti che ti tagliano il cocco ; finalmente provo il PAD THAI. Se non l’avete mai assaggiato, cercatelo perché credo sia cominciato qui tutto l’amore per la mia magica Thailandia!

Una di queste sere grazie ad un pick-up fatto taxi, andiamo a divertirci in una delle spiagge principali per goderci il tramonto che si tuffa nel mare, i balli di gruppi e una cena sulla riva, coi piedi immersi nella sabbia. Siamo circondati da luminarie fatte da meduse di carta colorate che fluttuano nell’aria, dal rumore delle onde sul bagnasciuga, dai sorrisi SEMPRE presenti sui volti dei thailandesi e dall’odore del pesce alla griglia e del mare.

Felicità è parola d’ordine qui e non siamo circondati dallo sfarzo, anzi, ma è tutto talmente semplice e bello che ti godi ogni singolo angolo, come quelle strelitzie che vedo crescere così rigogliose sul ciglio della strada o il leggero inchino fatto tutte le volte che si ringrazia.

Concludendo: Koh Samet è una meta insolita della Thailandia assolutamente da visitare!

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *